By | Novembre 4, 2018
Vivere a Panama

Vivere a Panama- Panama è un Paese del Centro America famoso per il Canale che consente il passaggio delle navi dall’oceano Pacifico all’Atlantico e viceversa, evitando il lunghissimo viaggio di circumnavigazione dell’America mericuinale, lungo, difficile e anche pericoloso per le notevoli turbolenze oceaniche delle acque prossime all’Antartide. I Paesi della zona sono piuttosto poveri, Panama, al contrario, proprio  grazie al canale, gode di una certa ricchezza e le condizioni fiscali particolarmente interessanti e vantaggiose, hanno attratto molti investitori stranieri. Vale la pena di andare a Vivere a Panama?

Quanto Costa Vivere a Panama

In genere il costo della vita nei Paesi del Centro America e in quelli dell’America del sudè piuttosto basso, almeno secondo i parametri del costo della vita nel nostro Paese e in quelli Europei. Panama, nonostante si differenzi dagli altri Paesi dell’area per la maggiore ricchezza, presenta lo stesso un costo della vita basso.

Si può considerare che mantenersi a Panama ben senza farsi mancare nulla e senza vivere nel lusso, richiede una spesa anche inferiore ai 500 Euro mensili e anche gli affitti degli appartamenti sono decisamente inferiori ai nostri.

Se, poi, si volesse fare un investimento ed acquistare un appartamento, questo è possibile con costi più che abbordabili e anche la concessione di mutui per l’acquisto sono facili da ottenere con minime garanzie.

Zone Migliori Dove Vivere a Panama

Panama City è praticamente l’unica città degna di questo nome in questo Stato. Le altre realtà urbane sono piccoli paesi con poche attrattive. La Capitale è una città moderna con servizi di ottima qualità, compresi i servizi sanitari che non fanno rimpiangere la sanità italiana dal punto di vista tecnico e tecnologico ma senza le liste d’attesa bibliche come in Italia.

A Panama City non è nemmeno difficile trovare lavoro, soprattutto per le persone in possesso di competenze professionali ma anche parecchio richiesti sono cuochi e camerieri che percepiscono stipendi più che sufficienti per condurre una vita con livelli di qualità interessanti.

Come in tutte le città di una certa grandezza, esistono zone più tranquille ed altre meno; la vita è certamente più tranquilla nelle zone più centrali, meno nelle periferie, non molto diverso da come è nelle città italiane, in fondo.

Vivere a Panama Pro e Contro

In nessun luogo esiste il positivo assoluto ed altrettanto per il negativo. Anche Vivere a Panama comporta dei Pro e Contro.

Tra i Pro certamente il clima con temperature più che gradevoli tutto l’anno sebbene tra giugno e novembre sia maggiore il rischio di uragani che, però, storicamente non sono di categorie ad alta pericolosità.

L’imposizione fiscale è favorevole con l’IVA fissata al 7% e l’imposta sui redditi al 25%.

Tra i Contro occorre considerare un tasso di criminalità piuttosto alto: non è inconsueto essere rapinati per strada anche sotto la minaccia di armi e in molti palazzi signorili i condomini assoldano guardie private per avere maggiuore sicurezza.

Altro punto negativo è rappresentato da un diffuso consumo di alcoolici e da un alto livello di corruzione.

Vivere a Panama da Pensionato

Grazie al programma “Pensionado” voluto dal Governo panamense alcuni anni fa, molti pensionati da tutto il mondo si sono stabiliti a Panama, tra questi anche molti italiani i cui arrivi sono in incremento. L’arrivo significativo di pensionati ha dato un ulteriore impulso all’economia nazionale con un aumento sensibile dei consumi.

Con questo programma governativo i pensionati godono di numerosi sconti anche significativi su tutta una serie di categorie commerciali come spettacoli teatrali e cinematografici, pizzerie, ristoranti e in molti negozi convenzionati.

Oltre a questo sono accordati ai pensionati sconti del 15% sulla Sanità e sulle visite mediche, il 30% su utenze e trasporti e importanti sconti sui biglietti aerei della Compagnia aerea panamense.

Per essere accolti come pensionati, però, è necessario dimostrare di godere di una pensione nel proprio Paese di origine di almeno 1000 Dollari Americani. Al di sotto di questo limite si rischia una mancata accettazione come residente panamense.

Hai trovato utile questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *